Il magico potere del riordino delle app

Le app generano un eccesso di dati, come il tuo telefono, se non di più. Più app hai, più saranno i dati su di te là fuori e maggiore sarà l'accesso delle aziende a queste informazioni. Non ti saranno sfuggite le notizie sulle fughe di dati di varie app e ti chiederai cosa si può fare.

In questa parte del detox, avrai la possibilità di liberarti di alcune di queste app avide dei tuoi dati: l'app del social media che tiene traccia dei tuoi messaggi, l'app di appuntamenti che condivide in tempo reale la tua posizione, quel gioco per il telefono che chiede accesso ai tuoi contatti, solo per citarne alcune.

Se mentre scorrevi le tue app hai mai pensato "E questa quando l'ho scaricata?" o "Cosa farà mai questa?", allora questo detox è proprio per te. Rimbocchiamoci le maniche.

Interrogati sulle tue app

Ogni tanto è importante ripulire il telefono dalle app – soprattutto quando si tratta di quelle che non usi mai, o che raccolgono molti più dati del necessario.

Per decidere quali app tenere e quali eliminare, dai un'occhiata più da vicino a quelle che hai. Inizia da un'app che usi spesso e chiediti:

  1. Ne ho davvero bisogno? Quando l'hai usata l'ultima volta? Puoi accedere al servizio attraverso il browser, invece di avere un'app dedicata?
  2. Quali dati raccoglie? La tua posizione, i tuoi contatti, le tue abitudini in casa - non dimenticare le app che controllano i tuoi elettrodomestici.
  3. Chi c'è dietro l'app? Ti puoi fidare? Qual è il loro modello di business? Qual è la loro politica sulla privacy? Se l'app di un'attività commerciale è gratuita, è molto probabile che venda i tuoi dati.
  4. Esiste un'alternativa che protegga meglio la tua privacy? Per farti un'idea delle app alternative puoi consultare il sito Alternative App Centre.
  5. Che benefici ottieni in cambio dei tuoi dati? Lo scambio è vantaggioso per te?

Man mano che rispondi a queste domande, ti sarà più facile decidere se tenere un'app – o se liberartene.

Per capire meglio quali dati possono essere raccolti dalle app, leggi Data Detox Digest: App Edition e Who’s the Third Wheel in Your Dating Life?.

Liberati dalle app superflue

Sarebbe naturale presumere che le app dei social media, dei giochi o del meteo non raccolgano molti dati... eppure lo fanno. Eliminare le app può essere una strategia vincente per sottoporre il tuo io digitale a un bel detox. Come extra, a seconda delle app che eliminerai, mettere ordine può anche ridurre i consumi e migliorare le performance generali del telefono.

Se per un'app che non vuoi più utilizzare hai dovuto creare un account, assicurati di chiuderlo andando alla sezione impostazioni o profilo e selezionando l'opzione per cancellare o chiudere l'account. Puoi anche scrivere direttamente un messaggio al servizio e chiedere di cancellare i tuoi dati, poi elimina le app che non usi, o che sono troppo invadenti – contribuiscono solo alla tua emorragia di dati.

Android:

  • ImpostazioniApp → Seleziona l'app che vuoi disinstallare → Disinstalla

Nota: le app preinstallate su Android, o installate dal produttore del telefono – HTC, Samsung, Nokia – non possono essere eliminate.

iPhone:

  • Tieni premuta un'app finché non iniziano tutte e ondeggiare e in alto a sinistra sulle varie icone non compare una croce. Per cancellare un'app, clicca sulla croce. Per tornare all'impostazione normale dello schermo, premi il tasto home.

Ricorda: Le app preinstallate sugli iPhone non possono essere cancellate.

Autorizzazione negata

A volte le app sono un po' invadenti, quindi dobbiamo intervenire. Una domanda da farsi su qualsiasi app che usi è: ha davvero bisogno di avere accesso a quell'informazione? Per esempio, l'app del meteo o dei giochi possono avere accesso ai tuoi contatti, l'app di un social media può registrare la tua posizione, l'app di streaming video può accedere al tuo microfono, o l'app per il car-sharing può chiedere di attivare la tua videocamera.

Puoi disattivare tutti permessi di cui l'app non ha bisogno per funzionare. Ricorda: se ti accorgi di averne disattivate troppe, puoi facilmente modificare le autorizzazioni delle app in seguito.

Sugli iPhone puoi limitare selettivamente le autorizzazioni alla sezione Privacy. Sulle versioni più recenti di Android, clicca su ImpostazioniApp, e imposta le autorizzazioni per ogni app.

Potrebbe sorprenderti quanti permessi non necessari hai concesso alle tue app.

Leggi il Data Detox Digest: App Edition per approfondire le valutazioni della privacy delle varie app.

Fai il pieno di app attente alla privacy

ELiminare le app inutili fa una grande differenza sull'accesso ai tuoi dati che concedi alle aziende.

Ma torniamo alla domanda: “Esiste un'alternativa migliore?” Per molte app là fuori ci sono alternative che svolgono funzioni simili, ma che non traggono profitti dai tuoi dati.

Puoi trovare altre opzioni sul sito Alternative App Centre.

Se ti sembra troppo impegnativo rimpiazzare gli strumenti che usi, puoi sempre cominciare da uno o due. Per iniziare, considera il tuo browser: puoi sostituirlo con Firefox o con un altro servizio che ha a cuore la tua privacy?

Aggiorna e rinnova

Riordinare le app non va fatto una volta per tutte. Puoi prendere l'abitudine di controllare la tua collezione di app più volte all'anno. Puoi anche verificare le autorizzazioni ogni volta che ne scarichi una nuova, per assicurarti che non stia raccogliendo più dati di quanto le hai concesso.

Ben fatto! Con un po' di manutenzione regolare ti sembrerà di avere molto più controllo sull'ecosistema delle tue app.

Condividilo! Dato che online siamo connessi come nella vita reale, le nostre scelte valgono tanto quanto quelle di chi ci sta intorno. Per assicurarti che le tue informazioni di contatto non siano registrate dalle app dei tuoi amici o colleghi, convincili a provare a dare una ripulita anche alle loro app.

Qual è il prossimo passo?